Home

                                                                             

 Ciao amici carissimi , avete mai detto "ti amero' per sempre . uno dei pochi sentimenti a cui non potremo mai dire: o c’è, oppure, non c’è.
L’amore è furbo. Si adagia in noi e si modella fra le nostre stesse abitudini. Se non corrisposto si autoalimenta di speranza; se è troppo esasperato si annulla, limitandosi nella presenza; se nascituro prova a dimostrarsi sempre più presente, e via dicendo.
Su di una bilancia, sui suoi due piatti, ci collochiamo da una parte le ricchezze, le gioie ed i sussulti e dall’altra parte, invece, le amarezze, le desolazioni, le malinconie e le ansie: credo che non sempre, durante un innamoramento “a rischio”, pendono dalla parte che noi vorremmo.........
Ma, in questo preciso istante, mi va di pensare a quanti si innamorano, lasciando, segregato nel silenzio amaro, il loro bisogno di amarsi, restando lontani (vedi la chat ), o di chi sogna, per una vita intera, di poter restare abbracciato, anche un solo istante, ad un volto che ha sempre amato segretamente e mai corrisposto, o a quanti continuano a pregare Dio che LEI o LUI prima o dopo ritorni.
Per loro qual’è il senso di giustizia che saprà ripagarli di tanti stenti? Può un amore vissuto lontano essere recuperato ed appagato nei limitati e furtivi sopralluoghi dell’anima? Può essere ripagato con alcuni attimi di intensa emozione, di quanta amarezza ha prodotto nel cuore la sua assenza? Si può morire, senza essere riusciti a farsi amare dalla donna sognata una vita intera, e rappaciare il cuore promettendosi che nella prossima sarà solo tua? Può un amore essere rinuncia di se stessi per l’altro?