Home

                                                                                      

Secondo voi, cos’è che vale la pena inseguire di più nella vita: le tante allegrie momentanee che movimentano la quotidianità, o la felicità perenne, fatta anche di un solo evento unico, raro ed irripetibile, che merita di essere conquistato con una lotta che può durare per tutta la vita?
Io, ad esser sincero, non so da quale parte stare. Mi rendo conto che spesso confondiamo i due valori. 
Diamo ad entrambi gli stati d’animo le sembianze di qualcosa che ci fa stare bene ma… non sono la stessa cosa. Proviamo ad analizzare i due sostantivi direttamente dal vocabolario.
FELICITA’ = non c’è una definizione ben determinata  (e ciò già dovrebbe far riflettere sulla sua complessità). E’ pieno di sinonimi questo termine e ne riporto solo qualcuno: beatitudine, benessere, contentezza, delizia, esultanza, gioia, serenità, soddisfazione. Passiamo, adesso, all’ALLEGRIA = stato d’animo lieto e festoso (almeno è ben definito). 
Di sinonimi, anche in questo caso, c’è né da farne un’incetta: brio, buonumore, gaiezza, gaudio, giubilo,     giulività , ilarità, letizia, tripudio.
Sembra che, in entrambi i casi, sia molto meglio raggiungere i suoi derivati (sinonimi) piuttosto che rincorrere l’assoluta felicità… (di per sé, indefinita e complicata anche da descrivere per un vocabolario) ..Forse è proprio vero che la felicità è un treno che passa di notte, mentre noi dormiamo; che ci lascia solo desiderare il suo viaggio… senza mai lasciarsi salire su per farci trasportare lontano. 
Mi chiedo, e rivolgo questo mio quesito personale anche a voi: data la difficoltà a farla nostra questa dispettosa “donna felicità”… non sarebbe meglio accontentarsi del suo equilibrio inferiore? .Non sarebbe meglio ambire a tante piccole allegrie, che ci alleggeriscono i pesi degli affanni, piuttosto che saperci incompleti a vita per non saper mai acciuffare una sola oncia di questa inafferrabile e rara felicità?, cosa di più bello di un sincero e spontaneo SORRISO...DOC.