Home

                                                                                    

Ciao ragazzi ...leggendo un giornale ho trovato un argomento che reputo interessante trattare con voi...
Sembra che una sostanza presente nel sangue (il Ngf), sarebbe responsabile del turbinio emotivo tipico del colpo di fulmine, con tutti i sintomi che lo accompagnano (mani sudate o fredde, crampi allo stomaco e via dicendo).
Durante le prime fasi di un nuovo innamoramento questa sostanza raggiunge valori altissimi ed è il vero protagonista che alimenta e muove ogni nostra azione.
Il dato meno piacevole è che questa sostanza viene ad essere completamente assorbita dall’organismo (ritornando nella normalità dei suoi valori standard) dopo circa un anno.
Come dire: l’amore straordinario e passionale tra due innamorati dura giusto 1 anno… soli 365 giorni e poi tutto torna nella normalità di un rapporto d’amore fatto di attenzioni, affetto, premure fino a diventare necessità e… indispensabile abitudine irrinunciabile).
E’ un po’ svilente la cosa ma… sembra che sia proprio così.
In quella fase iniziale saremmo disposti a scalare montagne ed attraversare oceani, anche per un solo bacio da depositare sul viso della nostra amata e dimostrarle che NULLA ci può fermare, perché siamo mossi dall’amore e da... l’NGF!
Li ricordate anche voi i primi 365 giorni di ogni nuovo amore, vero? 
Che magia! (lo sguardo imbambolato; i pensieri dirottati solo su quella unica ragione di vita; il desiderio di chiedersi di continuo cosa farà in questo preciso istante l’altra parte del cuore...
Ma poi?... poi passa il tempo. 
Le passioni si affievoliscono e tutto sembra rientrare nella norma. 
Tutto si rimodella nella tranquillità di valori non più SBALLATI...
L’amore… chissà se riusciremo mai un giorno a sapere ogni segreto di questo straordinario propulsore della vita. 
Fino ad allora tocca lasciarci andare e convincersi che non c’è nessuna medicina che sappia correggerne i suoi errori e neppure un farmaco che lo faccia apparire ogni volta che lo desideriamo... 
“Conquistare” vuole dire “raggiungere”. 
Il difficile nella vita resta sempre il “confermare”.
Ma noi possiamo sostituirci all’NGF, e provare a mantenere alto il VALORE della desiderabilità, la passione e la romanticheria geniale ed imprevedibile, con il sostegno della complicità, del rispetto e del bisogno di dirsi più spesso, anche dopo anni interi di vita coniugale vissuta assieme, quello scontato ma incredibile propulsore di emozioni e pazzie che racchiudere il regalarsi un … TI AMO come al primo giorno...